Cos’è l’ansia?

CHE COS’E’ L’ANSIA

Il disturbo di ansia si riferisce a sentimenti di preoccupazione, di nervosismo, ad un senso di apprensione su un evento imminente il cui risultato è incerto o in cui non ci si sente di essere all’altezza.
L’ansia è comunemente sperimentata in situazioni di alta pressione, per esempio, prima di un fare un discorso o prima di sostenere un esame.
I sentimenti di ansia, inoltre, possono sorgere anche a seguito di un evento stressante, come un incidente. Questi sentimenti ansiosi sono accompagnati, di solito, da sensazioni fisiche, come ad esempio lo stomaco in subbuglio, la sensazione di avere la testa leggera e i battiti accelerati.

Segni e sintomi
Anche se il disturbo di ansia può variare da persona a persona, i sintomi sono comuni a tutti ed includono:
-difficoltà di concentrazione
-irrequietezza
-comportamento di evitamento
-battito cardiaco accelerato
-tremore o agitazione
-sensazione di stordimento o di svenimento
-intorpidimento o formicolio
-mal di stomaco o nausea
-sudorazione.

Disturbi d’ansia
L’ansia è considerata una reazione naturale ad una situazione stressante, ma per alcune persone i pensieri, i sentimenti o i sintomi fisici possono diventare gravi, tanto da non riuscire ad affrontarli. Infatti, quando i sintomi d’ansia si verificano frequentemente, nel corso di un periodo di tempo, e interferiscono con la vita quotidiana, vengono considerati disturbi d’ansia.
Ci sono diversi tipi di disturbo d’ansia, tra cui:
-Disturbo d’ansia generalizzato
E’ caratterizzato da una persistente ed eccessiva preoccupazione, spesso di situazioni quotidiane come il lavoro, la famiglia o la salute. Questa preoccupazione è difficile da controllare e interferisce giorno dopo giorno nella vita e nelle relazioni del paziente.
-Fobia specifica
Le persone con una specifica esperienza di fobia estrema hanno paura di determinati oggetti o di situazioni particolari. Le fobie comuni includono: paura di volare, paura dei ragni e di altri animali e la paura delle iniezioni.
-Disturbo di panico
Il disturbo di panico è caratterizzato da attacchi di panico ripetuti ed improvvise sovratensioni accompagnati da sintomi fisici come il dolore al petto, le palpitazioni, le vertigini e la mancanza di respiro.
-Agorafobia
E’ il disturbo di ansia dovuto all’esposizione di una varietà di situazioni, come il trasporto pubblico, gli spazi aperti, le folle l’essere da soli fuori casa.
-Disturbo ossessivo compulsivo
I pazienti con questo tipo di disturbo hanno pensieri ricorrenti e persistenti, immagini o impulsi, conosciuti come ossessioni (ad esempio, la paura di prendere dei germi), o si sentono in dovere di svolgere certi comportamenti ripetitivi, rituali, o atti mentali, conosciuti come compulsioni (ad esempio lavarsi le mani ripetutamente).
-Disturbo d’ansia sociale
In questo tipo di disturbo la persona ha una forte ansia di essere criticata o valutata negativamente dagli altri, portandola ad evitare gli eventi sociali e le altre situazioni pubbliche per paura di fare qualcosa che possa causare imbarazzo o umiliazione.
-Disturbo da stress post-traumatico.
Si riferisce ad un insieme di sintomi che possono verificarsi dopo l’esposizione ad un evento spaventoso e traumatico. I sintomi includono una sensazione di rivivere l’evento traumatico (attraverso il “flashback” o gli incubi), l’evitamento di luoghi, di persone o di attività che potrebbero ricordarlo, la sensazione di intorpidimento, i pensieri negativi su sè stessi e il mondo, la sensazione di irritabilità e la difficoltà ad addormentarsi.

Quali sono le cause dei disturbi d’ansia?
Non vi è una singola causa nota per i disturbi d’ansia ma una serie di fattori di rischio o scatenanti che possono contribuire. Questi differiscono tra i diversi disturbi d’ansia troppo. In generale, i fattori che giocano un ruolo fondamentale sono:
-Geni: alcuni disturbi d’ansia hanno una componente genetica;
-Salute fisica: le cattive condizioni di salute fisica possono aumentare la vulnerabilità di una persona a sviluppare i sintomi del disturbo d’ansia;
-Modo di pensare: modelli di pensiero caratterizzati dal pessimismo, dalla bassa autostima e da strategie di evitamento sono legati al disturbo d’ansia.
-Stress: eventi stressanti, come ad esempio un matrimonio finito male, il lavoro o la scuola, difficoltà finanziarie possono agire negativamente.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2017 Frontier Theme